|

ROMANAE DISPUTATIONES
Concorso nazionale di filosofia

Il concorso Romanae Disputationes intende risvegliare l’interesse alla filosofia e sviluppare le capacità critiche e dialettiche degli studenti della scuola secondaria superiore attraverso un percorso di studio e di confronto, aperto a tutti gli orientamenti culturali, da realizzare in collaborazione con il mondo universitario, ponendo a tema le grandi domande che la filosofia offre all’uomo contemporaneo.

Attraverso le RD si intende offrire una occasione per innovare il modo tradizionale di studiare filosofia, proponendo un approccio tematico e non soltanto storico; si vuole poi favorire nei partecipanti lo sviluppo della capacità di sintesi e dell’esercizio della scrittura, delle competenze argomentative e della creatività nella comunicazione filosofica e promuovere una conoscenza profonda e appassionata dei problemi filosofici.

Romanae Disputationes è un’iniziativa rivolta a tutti gli studenti del triennio. Possono partecipare più team per scuola. Ciascun team che partecipa alla categoria “scritto” deve essere composto da min 2 – max 5 studenti. Ciascun team che partecipa alla categoria “video” deve essere composto da min 2 – fino all’intero gruppo classe. Ciascun team deve essere accompagnato da almeno un docente referente e può presentare solo un elaborato scritto o (aut) un video. Il docente referente dovrà fornire una dichiarazione di paternità dell’elaborato presentato a concorso e attestare la rilevanza e la significatività dell’apporto di ciascuno studente al proprio team.

Sono previste le seguenti fasi:

Lezione inaugurale

Lavoro dei team

Gli studenti di ciascun team, nelle categorie Junior (III e IV anno) e Senior (V anno), affiancati da un docente referente, redigono un elaborato scritto di max 30mila battute (pena esclusione) o un video non superiore a 10 min (pena esclusione). Gli studenti e i docenti saranno aiutati ad approfondire il tema da alcune videolezioni di docenti universitari caricate regolarmente sul canale YouTube di Romanae Disputationes.

Convegno finale

Lezioni, workshop sull’argomentazione e il dibattito filosofico, torneo Age contra, premiazioni


Premi

I team Junior e Senior vincitori dei dibattiti filosofici Age contra riceveranno un premio in libri di € 250 per team. I team Junior e Senior che otterranno il primo posto nelle rispettive categorie (scritto e video) riceveranno un premio in libri del valore di € 500.


 

Modalità di valutazione della Giuria

La Giuria è composta dai docenti del Comitato Scientifico e del Comitato Didattico.

Gli elaborati scritti e video e i dibattiti filosofici Age contra verranno valutati in base ai criteri stabiliti nel Regolamento. Gli elaborati verranno valutati in base ai seguenti criteri: efficacia argomentativa, correttezza espositiva, linearità dell’esposizione, capacità di sintesi, coerenza argomentativa, conoscenza dell’argomento, grado di approfondimento dell’elaborato, originalità, correttezza degli apparati di note e bibliografia.

Gli elaborati video verranno valutati in base ai seguenti criteri: coerenza narrativa, padronanza tecnica della forma espressiva scelta, contenuti, originalità e difficoltà tecnica dell’elaborato.

I seminari di dibattito Age contra saranno valutati in base alla chiarezza, conoscenza degli argomenti, coerenza e persuasività argomentativa.

Gli elaborati scritti e video che non rispettano i criteri fissati dal Regolamento circa la pertinenza, l’ampiezza e le tempistiche verranno esclusi dal concorso. Allo stesso modo, saranno esclusi dal concorso: i video se non saranno caricati in forma anonima, così che non siano riconducibili ai loro autori; gli elaborati scritti se conterranno informazioni circa gli estensori del testo. I video presentati a concorso non devono contenere materiali (video e musiche) coperti da copyright.

La Giuria

Direzione del Concorso
Marco Ferrari, Bologna

Presidente del Comitato Scientifico e della Giuria
Costantino Esposito, Università degli Studi di Bari

Vicepresidente del Comitato Scientifico e della Giuria
Mario De Caro, Università di Roma Tre

Presidente del Comitato Didattico
Gian Paolo Terravecchia, Cividale del Friuli

Comitato Scientifico
Guido Alliney, Università di Macerata; Enrico Berti, Università di Padova; Francesco Botturi, Università Cattolica di Milano; Adelino Cattani, Università di Padova; Riccardo Chiaradonna, Università Roma Tre; Alessandro Conti, Università dell’Aquila; Umberto Curi, Università di Padova; Stefano Di Bella, Università degli Studi di Milano; Adriano Fabris, Università di Pisa; Michele Di Francesco, Rettore IUSS Pavia; Elio Franzini, Università degli Studi di Milano; Carlo Gentili, Università di Bologna; Sergio Givone, Università di Firenze; Onorato Grassi, Università LUMSA Roma; Luca Illetterati, Università di Padova; Michele Lenoci, Università Cattolica di Milano; Giovanni Maddalena, Università del Molise; Massimo Marassi, Università Cattolica di Milano; Eugenio Mazzarella, Università di Napoli; Roberto Mordacci, Università San Raffaele di Milano; Paolo Pagani, Università Ca’ Foscari di Venezia; Pasquale Porro, Università di Bari; Carlo Sini, Università degli Studi di Milano; Emidio Spinelli, Università di Roma La Sapienza; Andrea Staiti, Università di Parma; Giuseppina Strummiello, Università di Bari; Paolo Zecchinato, Università di Cassino.

Comitato Didattico
Donatella Agnolucci, Arezzo; Francesco Paolo Ammirata, Como; Maria Claudia Bacci, Villafranca in Lunigiana; Anna Ballarino, Desio; Elvira Baturi, Catania; Ornella Bleve, Brindisi; Isabella Bolner, Trento; Nicola Bombace, Napoli; Maria Cantone, Catania; Fabio Campinoti, Genova; Carmela Carruba Toscano, Catania; Maria Catia D’Ubaldo, Gallarate; Nicola Celora, Monza; Maurizio Cianci, Calitri; Simona Colini, Roma; Jacopo Corsentino, Milano; Maurizio Cortese, Verona; Alberto Della Frera, Carate Brianza; Paolo Del Pozzo, Udine; Stefano De Stefano, Roma; Francesca Gambetti, Roma S.F.I.; Pietro Gargiulo, Napoli; Vinicio Giacometti, Bologna; Alessandra Gibertoni, Modena; Francesca Giglio, Roma; Tazio Grotti, Varese; Emanuele Ma, Milano; Mario Mascilongo, Termoli; Roberto Massari, Bari; Roberto Mastri, Bologna; Stefano Melli, Correggio; Laura Menegola, Cantù; Licia Morra, Bologna; Chiara Pigozzo, Rovigo; Manuel Piraino, Milano; Pietro Pizzi, Bergamo; Alessia Quadrio, Monza; Luigi Ricciardi, Taranto; Raffaella Rossi, Rimini; Matteo Saini, Bergamo; Maria Franca Sisti, Arezzo; Barbara Teodori, Villafranca in Lunigiana; Maria Teresa Tosetto, Roma; Pietro Toffoletto, Legnano; Silvia Trezzi, Varese; Virginia Varriale, San Sebastiano al Vesuvio; Gabriele Zuppa, Padova.